PREMESSA

Dopo aver a lungo rimandato i lavori su questo progetto nel corso degli ultimi anni, Jeanne d’Arc è riuscita nuovamente a coinvolgerci fino all’ultimo con la sua trama, personaggi, dialoghi e quella sorta di esprit de finesse che non manca di dare sfoggio in vari momenti del gioco. Siamo veramente contenti di aver potuto lavorare su questo progetto, dato che è così diverso dai precedenti. Per questa ragione, un lessico più ricercato ha trovato il proprio spazio in svariati punti della traduzione. Ciò ha richiesto un bel po’ di tempo per cercare di affinare al meglio lo stile e il carattere dei protagonisti, rimuginando sulla terminologia adoperata affinché si conciliasse con i tempi storici in cui è ambientato questo stupendo titolo. Non rientra nel nostro stile commentare in maniera così altisonante il nostro operato, e quanto scritto poc’anzi potrebbe addirittura apparire come uno sproloquio da mitomani, però abbiamo realmente preso a cuore questo videogioco e ci teniamo a rilasciare una patch italiana che soddisfi i requisiti di molti.

Conclusa questa smancerosa premessa, giungiamo dritti al succo dell’articolo analizzando lo stato attuale del progetto. Per motivi puramente organizzativi, tratteremo ciascuna sezione della patch amatoriale come un paragrafo a sé stante.

GRAFICA

Avevamo annunciato un po’ di tempo fa su Facebook le difficoltà che stavamo riscontrando con l’editing grafico, ebbene siamo riusciti ad arginare in buona parte questa grana. Mancano all’appello diverse texture, fra le quali i tutorial, ma il nostro fidato grafico è già all’opera. Piano piano stiamo reinserendo e modificando i puntatori delle immagini per far sì che le animazioni e le scritte non destino più problemi.

HACKING

È tutto pressoché concluso, per forza di cose abbiamo sviluppato i programmi per estrarre e reinserire testi, video ed immagini di gioco. Abbiamo aggiunto un hack facoltativo per abilitare i 60FPS che non avrà ripercussioni negative sul gameplay qualora decidiate di attivarlo dal patcher. A proposito di quest’ultimo, abbiamo intenzione di irrobustirne la struttura per risolvere i problemi che alcuni di voi hanno riscontrato durante il patching del nostro precedente progetto. Verranno implementati dei controlli d’integrità dei file, come il calcolo degli MD5 di ciascuno di essi per sviscerare il più possibile le ipotesi di errore. Ciò di cui ci stiamo ancora occupando in questi giorni è:

-*La modifica della routine assembly deputata alla comparsa dei testi presenti nella schermata di salvataggio (es. Exit, Save, Delete).

-Il cambiamento delle coordinate di stampa di alcune icone e testi per guadagnare/ridurre spazio (ma quest’ultimo è oramai quasi ultimato).

*Non sussiste qualora si utilizzi l’emulatore PPSSPP, è utile solo per chi gioca su console (PSP/PSV/PS3).

TRADUZIONE

Passiamo alla traduzione. Per chi ci segue su Facebook, questo articolo potrebbe non risultare del tutto nuovo, ma siamo qui per approfondire ulteriormente ciò che Jeanne d’Arc realmente è: un gioco in cui ogni personaggio tracima di stile, basti pensare a Colet e Georges, oppure La Hire e Rufus, Beatrix e Bartolomeo, e così via. Dovendo adattare nel migliore dei modi la natura di ciascuno di essi, abbiamo stabilito la seguente linguistica:

Colet è affetto da rotacismo, tenderà dunque a pronunciare tutte le “r” come fossero “v”.

Georges è contraddistinto da sigmatismo, un difetto di pronuncia che lo porterà a parlare come se avesse, in gergo popolare, “una zeppola in bocca”.

La Hire parlerà di sé in terza persona, con fare da buzzurro e a volte tenderà a marcare le “r” come fosse un ruggito/ringhio.

Rufus avrà una parlata sfalsata e variabile, abbiamo finalmente avuto la prova di come sarebbe avere un cane che parla la lingua degli umani, e addirittura l’italiano.

Beatrix e Bartolomeo avranno un registro linguistico molto più forbito del resto del gruppo, per cui fatevi anche voi amico Treccani nel caso in cui qualche termine non dovesse risultare d’immediata comprensione.

Il duca di Bedford adotterà un registro linguistico formale e non mancherà fra le sue battute una semplice espressione in latino.

Quanto segue può essere spoileroso, per questo ne marcheremo con il tag [SPOILER] ogni occorrenza. Ci siamo presi un paio di libertà che potrebbero far storcere il naso ad alcuni di voi. Abbiamo tradotto i nomi di tutte le magie (e solo queste) in latino. Il motivo di questa scelta è sia tecnico che stilistico. Tecnico perché non possiamo inserire più di 19 caratteri per ciascun nome, altrimenti i testi strabordano dai riquadri grafici in cui sono posti. Non crediamo ci sia da commentare ulteriormente al riguardo, poiché è lapalissiano come l’italiano pecchi in dono di sintesi, mentre il latino si è prestato di gran lunga meglio, consentendoci di preservare il significato originario di ciascun nome. Stilistico perché volevamo un qualcosa che si conformasse al tempo storico. I tomi medievali di magia, così come quelli di altre tipologie, erano scritti in un misto fra latino e greco.

[SPOILER] Già dai primi minuti di gioco, lo stesso Bedford reciterà in finto latino il rito evocativo del cosiddetto Demone. [/SPOILER]

In secondo luogo, abbiamo rinominato le armature spiritiche secondo divinità norrene, [SPOILER] a cui il gioco strizza volentieri l’occhio grazie alla presenza di nani ed elfi. [/SPOILER]

All’atto del rilascio, pubblicheremo a corredo della patch anche un documento in cui elencheremo i nomi inglesi con annessi quelli tradotti, al fine di semplificare la lettura di quanti intendano consultare guide online.

Gli screenshot che seguono sono tratti dal primo e secondo capitolo.

[SPOILER]

 

[/SPOILER]

EXTRA

Oltre al consueto sviluppo e ai piccoli hack migliorativi dell’esperienza di gioco, sapete già che abbiamo intenzione di doppiare in italiano i video e ancora non possiamo svelarvi granché al riguardo. C’è un gruppo di ragazzi che si è offerto volontario e stiamo collaborando al raggiungimento di quest’obiettivo. Vi terremo aggiornati nel momento in cui la situazione si stabilizza. Oltre a quanto esposto poc’anzi, stiamo valutando la possibilità di configurare il patcher per elargire un certo livello di modding. Sarà possibile effettuare la sostituzione dei modelli 3D, rimpiazzare Jeanne ed altri con personaggi normalmente non giocabili come Luther o Charles VII, ecc. Questa funzionalità potrebbe interessare chi lo ha già giocato in inglese e vorrebbe ripetere l’esperienza in un modo stravagante. Non aspettatevi questa funzionalità al day-one, perché la priorità assoluta è, seppur scontato, il rilascio di questa traduzione.

Luther diventa un personaggio giocabile.”

PROGETTI FUTURI

Abbiamo inserito un easter egg nel gioco e puta caso non vi diremo dove si trova, né come sia accessibile. Servirà a fornirvi delle informazioni in merito ai nostri progetti futuri. Alcuni versano in uno stato ancora embrionale, essendo stato di recente completato l’hacking, mentre altri sono già in stato avanzato. Quanto manca ancora per Jeanne d’Arc? Beh, questa è una domanda da un milione di dollari. È nostra intenzione rilasciarlo quanto prima possibile, ma dobbiamo ancora ultimare la revisione in-game e terminare l’editing grafico. Una volta fatto ciò, toccherà al patcher e avvieremo una fase di betatesting (qualcuno ha ipotizzato Dicembre?). A tal proposito…

ERRANDO DISCIMUS

Come da titolo, sbagliando si impara. Sono stati diversi gli errori che abbiamo commesso nei progetti passati, per cui stavolta vorremmo redimerci cercando di organizzare al meglio betatesting e revisione. Non siamo stati soddisfatti del livello qualitativo della patch di Digimon Adventure, che ancora oggi ci vede alle prese con ritocchini correttivi di varia natura per il rilascio della versione 1.2. Con Jeanne d’Arc, invece, stiamo pensando di avvalerci dell’aiuto di uno Youtuber per il testing, cosicché sia possibile avere una prova tangibile e ripetibile del percorso effettuato dai tester. È ancora incerto se apriremo un topic sul forum per le segnalazioni o se ci avvarremo di un servizio come Trello per la gestione di una bacheca pubblica, dove chiunque possa andare a segnalare errori e problematiche varie. Come sempre, il vostro feedback e reporting di anomalie è fondamentale per migliorare la qualità delle nostre traduzioni.